Emozioni secondarie #1: l’INVIDIA

Bentornati! Oggi approfondiremo una delle tante emozioni secondarie: l’INVIDIA. ​

L’invidia è un’emozione secondaria perché si forma dalla combinazione di emozioni primarie (rabbia, tristezza e paura), si sviluppa con la crescita e grazie all’interazione con gli altri.​

L’invidia possiamo provarla tutti, adulti e bambini, e la sperimentiamo quando una persona possiede qualcosa che noi DESIDERIAMO e che vorremmo, ad esempio un oggetto, un gioco, un voto buono a scuola, una qualità fisica, un successo…​

L’invidia è un’emozione spiacevole perché ci fa avvertire una mancanza, un senso di rivalità e un senso di inferiorità verso un’altra persona.​

​Quando siamo invidiosi, spesso proviamo tante altre emozioni e sentimenti quali la RABBIA, il DISPREZZO, l’AMMIRAZIONE VERSO L’ALTRO, l’INDIGNAZIONE, la SVALUTAZIONE DI SÈ…

Questo stato emotivo a volte può indurci a reagire con OSTILITÀ e AGGRESSIVITÀ e a “ferire” chi ci sta attorno.

Proprio per questo, come per tutte le emozioni, dobbiamo imparare a RICONOSCERE, COMPRENDERE e GESTIRE l’invidia… per non farci sopraffare e per non fare del male a noi stessi o agli altri. Come?​

Quando la proviamo, ragioniamo su quale mancanza sentiamo e cerchiamo di capire come possiamo colmarla (c’è sempre un modo!).

  • Apprezziamo quello che abbiamo e quello che siamo nella nostra unicità!​
  • Valorizziamo le nostre qualità e le nostre capacità!​
  • Concentriamoci su noi stessi e impegniamoci a realizzare i nostri sogni!​

E ricordiamoci che l’invidia, se pur a volte ci fa sperimentare tante sensazioni spiacevoli, è un’emozione che può insegnarci tanto, perchè ci dà la possibilità di migliorarci attraverso il CONFRONTO con gli altri.

Così l’invidia può diventare uno stimolo a fare di più, sviluppando quella che si chiama SANA COMPETIZIONE!​


Il diario di Pecora Bè


Vi è mai capitato di provare dell’invidia? Come si è risolta la situazione? Vi ha insegnato qualcosa su voi stessi? Raccontatecelo nei commenti. ​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.